Agostino Barletta..................................................POESIE
Una casa per bosco
 
    Casetta dal cielo nascosta,
inizio di mille sentieri,
vaganti all' interno del bosco.
Bosco, raduno di misteri,
che spargi poiane nel cielo
e trasformi in musica i passi,
che tritano foglie nel gelo
danzando leggeri sui sassi.
 
    I caldi balconi di legno,
con vista di casa sul lago,
elegante frutto d' ingegno,
che regala l' occhio da mago.
Sorretta dalle travi antiche,
regali nuove emozioni
all' ombra di tavole amiche
che scaldano i cuori dei buoni.
 
    E l' alba si specchia nel cielo,
in gara con torri di roccia,
perenni sculture di gelo,
eredi di limpide gocce.
Casa rifugio di neo-nati,
giovane linfa d'ogni vita,
una vedetta in cima ai prati
bagliore di luce fiorita.
 
    Viviamo sospesi nel tempo   
contando le nuvole in gara,
impegnate in ogni momento
in una partita assai rara:
tuffarsi sulle ali del vento,
nel sogno di un lago fatato,
accarezzando a ritmo lento
le cime del bosco incantato.
 
    Minestra di nuvole e sole
riscalda la casa nel bosco,
tra intenso fiorire di viole
e gaio segreto nascosto.
 
Annecy, dicembre 2016