Agostino Barletta..................................................POESIE
Un sogno in gara
 
Dentro un mondo sotterraneo
che alterna silenzi e brontolii,
voci vive di poeti forti,
voci spente di poesie morte,
mentre s' accoccola  sul soffitto
il fiato umido di cuori ansiosi
che respirano fitto fitto.
 
Passioni nascoste e prorompenti
si rincorrono sotto vetusti archi,
s' intrecciano a visi contenti
alla ricerca di sicuri varchi,
occasioni di fuga dal tempo
verso cieli nuovi e diversi
colorati di rare emozioni,
sussurrati in parole e versi
per sfamare spiriti buoni.
 
Poesia viva di cui nutrirsi
poesia cruda di cui armarsi
per una lotta all' aria aperta,
fuori da ogni mondo sotterraneo,
dove natura e' campo di battaglia,
acqua e cielo unica muraglia
che nulla difende dagli scogli della sorte
e azzera le distanze in pochi attimi
tra un magica vita 
ed una tragica morte.
 
Ma questo riverbero di mare,
che abbaglia, sfama e uccide,
si dissolve in un tagliente raggio di luce
e invade sfacciato l' intera stanza
mentre il sogno svanisce in limpida danza.
 
Genova, ottobre 2013