Stagioni
Stagioni.jpg (957514 byte)
 
Sommerse le  caviglie
tra le foglie di castagno,
mi lascio affondare
nel tenero fluido
del tuo amore.
 
Il bosco intorno
foderato d’oro
saluta un caldo giorno
di ottobre avanzato.
 
Da venti primavere ormai
vagabondiamo insieme
tra le foglie tenere
di questa val Borbera
 
L’ombra estiva
di nascoste valli
a mille carezze furtive
ha dato protezione.
 
Senza tristezza in malinconia
imparero' ad desiderare
anche i cieli invernali
che i tuoi caldi occhi
sapranno ravvivare.
 
Val Borbera, novembre 2002