Scirocco
 
Ti circonda
caldo come un mare tropicale.
La sua pioggia tiepida, salata
ora ti bagna ma non osa
e subito ti asciuga ogni goccia
come sposa
che si pente
di un gesto impertinente.
 
Ti assedia
di vampate di sudore,
di folate di calore,
ti toglie l’anima
dal cuore.
 
Ti rapina
l’orizzonte del mattino
rimescola mare e cielo
come intruglio in un paiolo.
 
E si insinua
nei tuoi sogni di bambino,
li contorce
come tornanti sul Turchino
 
Genova, marzo 2002