Agostino Barletta..................................................POESIE
Nespolo selvatico (*)
 
Ignoto ai piu'
rubi raggi di sole
sulla soglia del bosco.
 
Modesto in tutto
ostenti appena le tue spine.
 
Rinunci alle tue foglie
nel mezzo di novembre,
nudo dei tuoi frutti
adagiati pigri nella paglia
ad ammezzire con l inverno.
 
Capace di barriera contro il vento,
guardiano di sentieri inesplorati,
suoni leale il tuo strumento,
concorri alla sinfonia della foresta,
nello stallo piatto da macaia,
e nei giorni grevi di tempesta.
 
Val Borbera, dicembre 2009

(*) Cfr. AGOSTINO BARLETTA, Altre vite,  VITALE EDIZIONI, 2017, SANREMO