Agostino Barletta..................................................POESIE

Narciso (*)
 
Smarrito tra mille specchi
alle luci della ribalta,
ogni tua ombra spazzata via
dalla miriade di riflettori,
fotografi te stesso
esasperando i tuoi colori
 
Falsa profondita',
in quella immagine riflessa,
di specchio contro specchio,
litania cantata, orfana di messa,
che precipita nel nulla,
sommersa dal pianto impetuoso
di neonato privato della culla.
 
Il silenzio, sbriciolato
dalle vibrazioni degli altoparlanti,
s' infrange nella marea di parole
che voraci s' ingoiano da sole.
 
Troverai mai,
senza che te ne venga a noia,
il tempo per un attimo di gioia ?
O continuerai a baciarti in uno specchio,
credendoti ancora vivo,
mentre sei soltanto un nato vecchio ?
 
Genova, 1 gennaio 2018
 
(*) Finalista con pubblicazione al Concorso Terra di Virgilio 2020.