Agostino Barletta..................................................POESIE
Giovani
 
Giovani vite innocenti
ci scivolano via dalle dita
e cadono frantumate
fragili come cristalli scadenti.
 
Per troppo tempo,
di fronte a ogni nuovo dolore,
ci siamo illusi
di tenerle assieme
col collante dell' Amore.
 
Forse
le voci visionarie
di tanti candidi rivoluzionari
sono diventate afone.
I mille capricci esauditi,
i mille desideri mai nati
hanno generato
questi figli gonfiati
da tanti consumi clonati,
con gracili vite scheggiate,
menti e corpi dolenti
porzioni di merci svendute,
smerciate
al peggior offerente.
 
Abbracciamo 
questa sfida imponente
a raccattare brandelli,
fatica estenuante
di saldare frammenti
di vite perdenti.
 
Genova, novembre 2002