Agostino Barletta..................................................POESIE
Gino pittore

 
Ricordi confusi d’infanzia
codazzo di quattro mocciosi
la tua valigetta
ricolma di rari tesori,
non solo pennelli e colori
per noi bambini curiosi
ma fatata magia
di luci ed odori
spalmata su tela
con gesti precisi.
Il tuo cavalletto
che appare e scompare
negli angoli al sole,
novita'  e allegria
nell’aria stantia
del vecchio Pignone.
 
Perche'  poi
questo ricordo si fonde,
e non c’e'  parentela,
col carretto di latta
che vende gelati alla crema,
cinque lire a porzione ?
 
E l’attesa della corriera
giocando a boccette
sul far della sera,
quel suono di clacson
color nostalgia,
speranza e illusione
di visite attese
dal paese mio ?
Saranno le belle cornici curate
delle tue tele incantate
a unire scombinate memorie
in tante piccole coerenti storie
a rendere vivi e frementi
ricordi dispersi per decenni
nel segreto delle nostre menti ?
 
Pignone, marzo 2003