Le poesie di Agostino Barletta
 
Complice neve
 
   Tutto nascondi
tutto ricopri,
la luce che diffondi
illumina la notte
illudendoci che quel bianco
sia sinonimo di candido.
Ma è solo un’illusione
a cui amiamo credere,
magra soddisfazione
nascondere quel marcio
che l’uomo ha fatto crescere.
   Sotto la tua bianca luce
dentro una coltre gelata
sussurra la fioca voce
d’una triste terra malata.
   Aiutaci candida neve
a coltivare un nuovo sogno
di un’umanità più lieve
che soppesi ogni bisogno
di ogni specie della terra
per poter dire ai nostri figli
di aver vinto l’unica guerra.
 
Gilly sur Isere, 14 febbraio 2021